Del Piero Vanity Fair: "La stagione più complicata della mia vita"

Scritto da: -

Il capitano si confessa anche nel libro, "Giochiamo Ancora", che sarà nelle librerie dal 24 aprile. A Vanity Fair ammette: "Lasciare la Juve sarebbe come andare via di casa per la seconda volta".

delpierovf.jpg

Alessandro Del Piero si confessa nell’ultimo libro,”Giochiamo Ancora” (che uscirà il 24 aprile), che Vanity Fair ha letto in anteprima, regalando a Pinturicchio la copertina del 18 aprile. Senza peli sulla lingua, con decisione, Alex ammette alla rivista: “Non sono abituato a giocare poco o niente, è sicuramente la stagione più complicata della mia vita”.

Il capitano della Juventus aggiunge: “Cosa farò da grande? Era il titolo di un tema delle elementari. Allora non ebbi il coraggio di scrivere: il calciatore. Mi vergognavo del mio sogno perché non mi sembrava un lavoro vero. Dissi che sarei stato elettricista come mio papà Gino, oppure camionista, o cuoco. Oggi, a quella domanda, posso rispondere che le mie partite non sono finite“.

Lascerà la Juve il capitano di mille battaglie, ma non il calcio: “Io non sono quello che pensano di me un allenatore o un presidente, io sono quello che dimostro di essere, sono quello che io stesso penso di me. Per primo saprò quando dovrò smettere, ma non ancora: la mia passione per il gioco è troppo viva”.

Del Piero si dichiara in tutto e per tutto: “La morte di mio padre è il dolore più grande della mia vita. Mi spiace non abbia conosciuto i miei figli, non avergli detto ti voglio bene qualche volta in più”. Intimista, ma pur sempre personaggio pubblico: Quello che sognavo era finire la carriera nella Juventus. Questi 20 anni sono stati ricchi di emozioni, con momenti straordinari e a volte duri: ho provato il brivido di scrivere quasi tutti i record bianconeri. Ormai però le cose sono cambiate”.

Alex è rimasto sorpreso quando a ottobre il presidente Andrea Agnelli lo ha praticamente liquidato: “Non me l’aspettavo, ma un capitano non deve mai dimenticare i suoi doveri e quello che rappresenta. La Juventus è impegnata al massimo per vincere campionato e coppa Italia, non abbiamo bisogno di polemiche. D’altronde, queste non hanno mai fatto parte della mia carriera”. Eppure, il futuro non è ancora scritto: “Dal 30 giugno sarò senza contratto. Non so immaginarmi cosa farò. E’ un cambiamento enorme e un po’ mi spaventa, perché lasciare la Juve sarebbe come lasciare casa per la seconda volta. Ma io vivo come i videogiochi che mi piacevano da ragazzo: sarà un nuovo livello da superare”.

C’è spazio anche per parlare di Piermario Morosini: “Davanti a una simile tragedia, provo sgomento. Non conoscevo Piermario, ma tutti ne parlano come di un ragazzo buono, capace di superare le difficoltà della vita anche attraverso il calcio”.

dp1.jpg dp2.jpg dp3.jpg dp4.jpg dp5.jpg

LINK UTILI:

Juventus Del Piero: società pensa al rinnovo fino al 2013

Del Piero su Facebook: il saluto ai tifosi dopo Juventus-Lazio

Vota l'articolo:
3.99 su 5.00 basato su 256 voti.