Tour de France e doping: Riccardo Riccò è positivo all'Epo. Shock dopo Beltran e Duenas

Scritto da: -

ricc%C3%B2.jpg

Ciclismo sotto shock, terza puntata sul doping. Dopo i casi di Manuel Beltran (Liquigas) e Moises Duenas (Barloworld) anche Riccardo Riccò della Saunier Duval è risultato positivo ai controlli antidoping. La notizia è apparsa alle 12.26 sul sito de L'Equipe. Sono state infatti riscontrate tracce di Epo di terza generazione nelle sue urine dopo i controlli effettuati tra il 3 e il 4 luglio. Insieme a lui è stata sospesa tutta la squadra.

L'Agenzia francese per la lotta al doping aveva già sottoposto Riccò a tre controlli prima della partenza e una dopo l'arrivo solo nella prima settimana della Grande Boucle. Per ora giungono solo indiscrezioni e nessuna conferma ufficiale, ma il ciclista avrebbe utilizzato il CERA, attivatore continuo dei recettori dell'eritropoietina. Le analisi dell'AFLD avrebbero inoltre evidenziato livelli anomali di ematocrito ed emoglobina per un totale di 20 atleti iscritti alla Grande Boucle, come riporta Gazzetta.it.

Corriere.it riporta alcune note biografiche di Riccò, la vera sorpresa del ciclismo su strada per Pechino2008. Ecco cosa ha scritto di lui Massimo Brignolo

E' Riccardo Riccò, la sorpresa delle convocazioni rese pubbliche oggi degli azzurri per le gare di Ciclismo su Strada delle Olimpiadi di Pechino. Sono sei i ciclisti indicati dal ct Franco Ballerini mentre alla gara delle Olimpiadi potranno partecipare solo in cinque: sarà, quindi, necessaria una ulteriore scrematura nelle prossime settimane.

Paolo Bettini, Marzio Bruseghin, Damiano Cunego, Franco Pellizzotti, Davide Rebellin, Riccardo Riccò: tra questi nomi verrà scelto il quintetto che difenderà il titolo olimpico vinto da Paolo Bettini ad Atene 2004. 

Nello spiegare le sue scelte, Ballerini ha speso alcune parole per ogni candidato: "C'è Paolo Bettini, il due volte Campione del Mondo nonché Campione Olimpico che è motivato e ha sempre avuto come obiettivo Pechino. Damiano Cunego arriva ad un appuntamento importante sempre al top della condizione; così sarà in vista della competizione a cinque cerchi. Marzio Bruseghin è l'elemento che riesce ad interpretare una corsa in linea. Sulla strada questo atleta è in grado di fare una grande mole di lavoro quasi quanto due uomini. E' quindi importante nel contesto della strategia di corsa e nella squadra".

"In quanto a Pellizzotti, questo è stato un anno molto bello per Franco, cresciuto sia psicologicamente che fisicamente. Al Giro d'Italia è arrivato a sfiorare il podio nell'ultima cronometro e quando raggiungi un risultato così dopo aver tenuto per una intera competizione come la corsa rosa significa che stai bene.

Franco ha programmato anche un riposo e arriverà al cento per cento della forma a Pechino. E' un corridore che può inoltre ricoprire più ruoli, perché è dotato di quella brillantezza che richiede un percorso come quello olimpico. Davide Rebellin è garanzia e professionalità. Non che altri atleti non siano professionali ma lui ha dimostrato, nonostante alcuni momenti in cui è rimasto lontano dalle corse, di ritornare sempre competitivo. Soprattutto negli ultimi due anni è stato un uomo basilare per i due successi mondiali di Paolo Bettini. 

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
 
Aggiorna
  • nickname Commento numero 1 su Tour de France e doping: Riccardo Riccò è positivo all'Epo. Shock dopo Beltran e Duenas

    Posted by:

    Come sempre quando un italiano rischia di dominare nel ciclismo arriva la mazzata doping.Smettiamola di prenderci in giro... lì sono tutti dopati, dal primo all'ultimo. Santi a parole, ma nessuno è pulito. Dopo Pantani e Basso è la volta di Riccò. L'Italia del ciclismo politicamente non conta nulla!  Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 2 su Tour de France e doping: Riccardo Riccò è positivo all'Epo. Shock dopo Beltran e Duenas

    Posted by:

    Se mi imbottisco di schifezze ci riesco anche ioEnnesima vergogna italiana,e pensare che mi aveva quasi convinto che fosse pulitoin galera tutti Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 3 su Tour de France e doping: Riccardo Riccò è positivo all'Epo. Shock dopo Beltran e Duenas

    Posted by:

    Riccò si è dopato come tutti i ciclisti... Il vero scandalo di questo sport è che vengono fermati solo quelli che non sono "coperti" politicamente! Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 4 su Tour de France e doping: Riccardo Riccò è positivo all'Epo. Shock dopo Beltran e Duenas

    Posted by:

    il problema non è essere italiano o francese, se sei arrogante ed irrispettoso come lo è Riccò meriti che ti venga dato il massimo della pena perchè oltre a negare ha offeso tutto e tutti,lo dimostra che in "gruppo" non lo sopporta e per chi sa qualcosa di ciclismo ,non è una nota positiva. DROGATO!!!!! Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 5 su Tour de France e doping: Riccardo Riccò è positivo all'Epo. Shock dopo Beltran e Duenas

    Posted by:

    questa oltre a essere una miseria morale, è pure frode visti gli ingaggi. basta... il ciclismo, e non solo, è finito. cosa conta se sei politicamente coperto o no? è un discorso stupido. fermiano le corse, non hanno più senso, se non quello di far girare dei schifosissimi soldi. Riccò, sei l\'ennesimo idiota. sono contento che ti hanno beccato. amo la bicicletta, domani esco e mi faccio 90km alla faccia di questi pseudo - atleti Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 6 su Tour de France e doping: Riccardo Riccò è positivo all'Epo. Shock dopo Beltran e Duenas

    Posted by:

    In Italia chiunque è innocente fino a prova contraria. Quindi aspettiamo le controanalisi e l'inchiesta prima di sparare giudizi e condanne.L'arroganza non è mai stata un reato. Se fosse colpevole, dovrebbe pagare come devono pagare tutti (dovrebbero, visto che nello sport colpiscono con l'antidoping solo chi vogliono). Fosse innocente, invece, farebbe bene a continuare a essere arrogante quanto vuole, visto che vince.Più che altro, sarebbe bello aprire un dibattito (qui, ma anche a livello di istituzioni sportive) sul doping in generale. Su come si può combattere, se si può combattere, o se si dovrebbe legalizzare.  Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 7 su Tour de France e doping: Riccardo Riccò è positivo all'Epo. Shock dopo Beltran e Duenas

    Posted by:

    certo certo... è preferibile la faccia d'angelo di Basso, che ha mentito persino a sua moglie ed è stato capace di usare la foto di suo figlio per intenerire Bulbarelli e Cassani... però ha sempre i modi gentili e il sorriso sulle labbra FALSO anche quello... no signori... preferisco la schiettezza all'ipocrisia detto questo, se le prove sono certe io sono per la radiazione... non è più il tempo di dare una seconda opportunità... ma la legge dovrebbe in questo caso essere retroattiva e la gazzetta dovrebbe smetterla di dare quell'immagine angelica di Basso, tutto bici e volontariato, che si appresta a ritornare in gruppo con l'ingaggio Liquigas (che se ne fotte del codice etico)  per la gioia dei suoi tanti tifosi che lo aspettano in gloria... come possiamo pretendere di fare lotta al doping se le pene sono queste... cosa ha perso Basso? Niente! Semmai tutti i corridori puliti che hanno pagato per lui possono dire di aver perso qualcosa, ma non lui. Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 8 su Tour de France e doping: Riccardo Riccò è positivo all'Epo. Shock dopo Beltran e Duenas

    Posted by:

    Riccò è risultato positivo. Mi dispiace perchè al tour tifavo per lui, mi dispiace perchè con alcuni amici avevamo anche scommesso su better sulla vittoria di riccò, ma sono contento, perchè significa che chi imbroglia paga. E chi fa di tutta l'erba un fascio parlando di ciclismo malato, di Italia dopata e quant'altro dovrebbe aspettare prima di emettere giudizi. Il sistema dell'antidoping funziona, e questo può essere solo un bene per il ciclismo. Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 9 su Tour de France e doping: Riccardo Riccò è positivo all'Epo. Shock dopo Beltran e Duenas

    Posted by:

    Ai tempi della lira un professionista doveva spendere almeno 1,5 milioni su tre al mese di stipendio per le sole medicine legali, poi facoltativamente veniva la scelta se proseguire.Queste cose nell'ambiente le sanno tutti: ma proprio tutti.Anche lavoratori esterni come osservatori, critici, "scrittori".... &c. Questo è lo scandalo.  Penso che un giovane con buone speranze sia logicamente attratto.Sopratutto quando esistono D.S. che ti fanno capire che loro non c'entrano ma devi farti furbo.Avete mai fatto una corsa , anche fra amatori? I puri, se non rimangono al palo, difficilmente vincono. Si sa.Questo ciclismo , come sempre, rispecchia i tempi. .... non vedo eccezioni neanche in questo caso. Difficile dire da dove ricominciare a sognare.Il vero ciclismo, per ora, ognuno deve ritrovarlo  a modo suo, magari partendo da casa la domenica ed arrivando in cima alla salita più dura del circondario con i propri 80 kg ed una settimana di lavoro sulla groppa.Per il resto dobbiamo ancora seminare.Bonne chance Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 10 su Tour de France e doping: Riccardo Riccò è positivo all'Epo. Shock dopo Beltran e Duenas

    Posted by:

    Riccò e il ciclismo che non c'è più... http://robertocelani.blogspot.com/2008/07/il-ricco-ricc-e-il-ciclismo-felice.html Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 11 su Tour de France e doping: Riccardo Riccò è positivo all'Epo. Shock dopo Beltran e Duenas

    Posted by:

    vorrei dire che anche se a questo punto ho paura di essere smentito, perché niente più è sicuro, si dovrebbe prendere esempio da gente come cunego, che magari accetta di deludere i suoi tifosi ma lo fa onestamente. Sul paragone tra basso è riccò, sono d'accordo con altri, preferisco dieci mila volte riccò ma sono gusti. sul fatto invece delle possibili coperture politiche non sono in grado di poter dire niente perché non lo so, certo è che l'italia ha un sacco di corridori e non vince un tour da 10 anni, anche se avrebbe potuto vincere tutti gli ultimi 10, e non penso che il doping che sia solo italiano.questo però non conta, si deve correre onestamente per la propria salute e per evitare umiliazioni come quelle appena vissute, altrimenti è davvero meglio legalizzare tutto.ve lo dice uno, che nonostante tutto ama riccò e vuole stargli accanto, perché non voglio che si ripetano vecchie storie, vai riccardo sei giovane, puoi rifarti un futuro.anche solo una bella vittoria pulita mi renderebbe felice. Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 12 su Tour de France e doping: Riccardo Riccò è positivo all'Epo. Shock dopo Beltran e Duenas

    Posted by:

    Sono veramente dispiaciuto per la vicenda perché Riccò mi piaceva tanto, soprattutto come persona; però mi sa tanto che le cose si sono messe male per lui. Pagherà se verrà condannato... ma aspettiamo che sia la giustizia a condannarlo! che diritto hanno i giornalisti? Quello che non trovo giusto è questa disparità di trattamento da parte degli italici e miopi cronisti, che non hanno indugiato un attimo nel condannare Riccò non appena la notizia si è sparsa e sono invece ancora lì che tentano di spacciare la storia del sempre osannato Basso (sì, le sacche sono mie ma non le ho mai usate)per non parlare di come è stata raccontata la vicenda Di Luca (insufficienza di prove ok... ma i valori ormonali dello Zoncolan restano anomali) sul cui esito finale nessuno ha mai nutrito dubbi... era stato già assolto ancora prima di essere condannato.Insomma - pur riconoscendo la libertà di espressione penso che i giornalisti sportivi dovrebbero essere imparziali, ma così non è e la cosa è molto evidente e desolante.ps.quanto tempo passerà prima di vedere sulle cronache l'altra rivelazione del giro? per il momento non corre... chissà perché! doveva fare il Mattetotti ma a sorpresa non ha preso il via... mah... che puzza... non posso fare nomi ma chi ha seguito il giro ha di certo capito - le metamorfosi non passano inosservate... Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 13 su Tour de France e doping: Riccardo Riccò è positivo all'Epo. Shock dopo Beltran e Duenas

    Posted by:

    Roberto... fammi essere Franco: prima o poi Riccò tornerà in Sella... magari passerà qualche mese, ma per Marzio lo rivedremo pedalare. Fino a quel momento basterà Contador i giorni che mancano al suo ritorno, e vedrai, sarà in Menchov che non si dica... e potrei continuare a citare tutti i ciclisti che hanno ben figurato al giro e che vorrei veder controllati più seriamente... Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 14 su Tour de France e doping: Riccardo Riccò è positivo all'Epo. Shock dopo Beltran e Duenas

    Posted by:

    Duccio... sei simpaticissimo. Ci vuole un po' di umorismo in questi casi... altrimenti ci si deprime... comunque seriamente... son d'accordo con te... non si sa più cosa pensare e a chi credere... vedremo! Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 15 su Tour de France e doping: Riccardo Riccò è positivo all'Epo. Shock dopo Beltran e Duenas

    Posted by:

    come dicevi Duccio?cosa stavamo dicendo? ah... le metamorfosi... le rivelazioni.... perfortuna questa volta l'avevamo previsto... e alla bella favola non ci abbiamo creduto Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 16 su Tour de France e doping: Riccardo Riccò è positivo all'Epo. Shock dopo Beltran e Duenas

    Posted by:

    Ragazzi avete ragione. Ridiamoci sopra... per non piangere =) Scritto il Date —